Trattoria Vigezzina
  • Chateaubriand con bernese

  • tartufi neri

  • funghi porcini

Antipasti e primi piatti

Carne secca con medaglione di caprino

Salumi Ossolani con cipollotti cotti nel mosto di Prünent

Crostone di pan brioches con il meglio del foie gras e datteri

Antipasto misto della casa

Stracci caserecci alla carbonara di mare

Gnocchi di zucca e farina di castagne con scaglie di Castelmagno

Risotto profumato al Prünent con scaloppa di foie gras

Risotto alla toma di Crodo

Secondi piatti

Tagliata di filetto di manzo al rosmarino

Carrè d'agnello in crosta cotto nel fieno servito al tavolo con salsa al cognac

Chateaubriand con salsa bernese - porzione per 2 persone, servito al tavolo

Tournedos alla Rossini con i suoi contorni

Scaloppe di foie gras al Porto Vecchio su letto di mele caramellate

Battuta di filetto di manzo alla tartara

Suprema di galletto dorata alla senape su letto di risotto mantecato con la toma

Farfalla di branzino alle mandorle con verdure al vapore

Contorni stagionali

Ogni piatto principale, ad esclusione di quelli per i quali è già previsto un abbinamento, è accompagnato da patate gratinate, da verdure di stagione al burro e da castagne glassate.

 

Insalata mista piccola

Insalata mista grande

Selezione di formaggi

Il nostro assortimento di formaggi con mostarda di cipolle ed arance

Il Bettelmatt ed il gelato al foie gras

Dolci artigianali

Creme caramel

Delizie in spuna di cioccolato bianco Ivoire e cioccolato nyangbo 68% pure Ghana

Torta del giorno

Rusumada al Marsala con gelato alla vaniglia

Semifreddo all'amaretto

Gelato alla vaniglia con castagne glassate

Sorbetto al limone liscio

Sorbetto al limone con vodka

Ingredienti dop e prodotti locali

Ingredienti locali e prodotti di alta qualità internazionale danno vita a piatti irresistibili come il riso Prunent con scaloppa di foie gras, il carpaccio di vitello con funghi porcini e lo chateaubriand. Fra le specialità da degustare durante l’estate segnaliamo: tartufi estivi, carpacci, insalatone e piatti a base di asparagi e carciofi. Durante l’inverno: la cacciagione e i funghi porcini della valle.

formaggio stagionato
filetto con salsa

Proposte di stagione

Club sandwitch con burrata, pomodori e acciughe del Cantabrico

Budino croccante di capra con carne secca d'asino e confettura

Emulsione di burrata al pepe rosa con caviale Siberiano e blinis

Sinfonia di foie gras con composta di albicocche e sale dell'Himalaya

Carpaccio di gamberi rossi di Santo Spirito con coulis di frutti di bosco, olio e limone

Vellutata di asparagi con pepe Timut e uova di lompo

Insalata croccante con gamberi tiepidi all'aceto vecchio e noci

Hamburger Maison con chips di bacon foie gras e composta di mango

Mignon di mazo alla Vigezzina

Vini Ossolani

vini ossolani

Cà D'Matè
Caratteristiche organolettiche: Colore rosso rubino con riflessi viola. Profumo fruttato, frutta a bacca rossa. In bocca asciutto, sapido, pieno, caldo e strutturato con leggeri tanninni. Adatto ai piatti robusti, carni rosse e formaggi stagionati. Servire a 16°-18°C.

Prünent
Caratteristiche organolettiche: il leggendario Prünent è il tipico vino locale la cui presenza in Ossola è storicamente accertata sin dal 1300. Ha caratteristiche molto tipiche legate al territorio e al vitigno. Si presenta di colore rosso rubino con riflessi granata. Profumo complesso con note di vaniglia e floreali. In bocca asciutto, sapido, buona struttura e persistenza con tannini leggermente marcati. Ben si abbina ai secondi piatti importanti di carne e selvaggina, ai formaggi, ai formaggi saporiti.

Tarlap
Caratteristiche organolettiche: colore rosso rubino con riflessi aranciati, profumo fruttato con caratteri vegetali e leggeri sentori aromatici. In bocca asciutto, discreta struttura e persistenza. Nel periodo invernale si potrebbero verificare dei residui se conservato in ambiente freddo, dovuti alla genuinità del prodotto.

Ossolanum
Caratteristiche organolettiche: vino di colore rosso rubino brillante; profumo fresco e vinoso con sentori di frutta rossa, tipico delle uve coltivate in loco. Gusto armonico e leggermente tannico, di buona struttura. Ottimo l'abbinamento con i salumi ossolani.

La ricetta della Chateaubriand

Il nome francese “Chateaubriand” viene usato nella cucina internazionale per identificare una grossa fetta di carne, di circa mezzo chilo, tratta dal cuore del filetto di bovino adulto. Questa parte pregiata di carne bovina viene sempre cucinata intera e tagliata a fine cottura per due porzioni. Può essere cucinata alla griglia, in forno on in padella.


RICETTA CHATEAUBRIAND IN PADELLA
Ungere con olio d’oliva un’unica fetta di filetto (alta due/tre dita) e lasciarla marinare per un paio d’ore. Arrostirla velocemente a fuoco vivo da entrambi i lati in una padella nella quale sarà stato fatto fondere del burro. Abbassare la fiamma e completare la cottura, rigirando un’altra volta, per una decina di minuti. Spegnere il fuoco, mettere il coperchio e lasciar riposare per cinque minuti affinché gli umori interni si armonizzino. Affettare il filetto e servirlo ricoperto del fondo di cottura, accompagnato con semplici contorni e guarnizioni a piacere.

Share by: